Articoli

Gli articoli contrassegnati da asterisco ( * ) sono aperti ai contributi dei lettori.

1. Disavventure dell'archeologia
  Massimo Pallottino: onoranze formali e lezioni sostanziali
  I dadi di Galileo
  I comunisti delle terramare
  La logica dell’incerto e la mission del fisico
  Villanoviani, umbri ed ariani
  Dadi etruschi: un caso di incomunicabilità
  Giocare a dadi con la Tavola di Cortona
  Il professor de Petra e lo strano caso dei falsari analfabeti
  La linguistica statistica di Witold Manczak applicata ai numerali etruschi
  Probabilità ed evento. Alcune riflessioni sull’importanza del caso nella  determinazione dei valori dei numerali etruschi
  La lupa e i lupacchiotti
2. Riletture e traduzioni
  Il nome della triglia, Anco Marzio e altri giochi di parolel
  Da “sinistro” = favorevole a “destro” = favorevole. Due diversi sistemi di orientamento riflessi nel linguaggio
  Il fondo di via Zenerigolo
  Gneo Satrio Rufo e la sua iscrizione in duplice copia
  L'iscrizione perduta
  Il nome della Nera
  Marzabotto bilingue
  Non essere bilingue. La profezia della ninfa Vegoia
  Il latino penus, l’etrusco penezs, l’umbro nuřpenu; la stips e Tifata; alcuni toponimi derivati dal nome della “dispensa” del santuario
  Aethera, atra, terra. Il frammento della ninfa Vegoia
  La treccia della nobildonna di Rubiera
  Ceres, Cerus, Cel
  Il bosco di Coredio e il dio del Braciere nelle Tavole Iguvine
  Il caso del cavallo padovano e il termine ekupetaris
  La pertica dei prinuvatus
  Un’iscrizione etrusca dal Lago Omodeo
  Il banchetto rituale nelle Tavole Iguvine
  Numeri e dadi nel mondo etrusco
  La dea Tursa e i cippi di confine nelle Tavole Iguvine
  Il rotacismo nelle tavole Iguvine
  L’umbro attestato nelle tavole Iguvine: uasirslo, una parola chiave
  “Neoumbro”, “paleoumbro”, alfabeto arcaico e lingua recente
  Il toponimo Karalis a Lemno? Una nuova interpretazione della stele di Kaminia
  Il leccio e gli agrimensori antichi: la Tavola di Cortona, le Tavole Iguvine e i Gromatici Veteres
  Brocche, anfore, tazze: una classe singolare di idronimi, etruschi e non solo etruschi, che sembra risalire al neolitico (*)
  Il Paese dei Tirreni, ovvero, secondo De Palma, serona toveronarom
  Il caso di iuku e di ahti nelle Tavole Iguvine
  L’emendamento a sepsesarsite nelle Tavole Iguvine e alcune questioni di metodo
3. Miscellanea
  Leopardi e l'Afganistan
  Bruno Vidoni e il falso fotografico
  Oggetto: Siena Federico. Una possibile metafora della Resistenza
  Ritorno della squadriglia vittoriosa
  La scena del Principe prima e dopo il Mantegna
  Un lapsus di marmo: quando l’ignoranza si fa stato e detta legge
  Macchiaioli e Scapigliati
4. Guest
  simboloanarchia L’Arabo di Persiceto: l’anarchico Augusto Masetti
  XXIV maggio MCMXIV. Illazioni su una data erronea nel monumento di piazza Garibaldi
 

 

 

 

 

     
   
   
 

ARCHEOLOGIA, STORIA E STORIOGRAFIA ETRUSCHE E ITALICHE

© Carlo D'Adamo - Tutti i diritti riservati
L'uso dei testi di questo sito è consentito mediante citazione della fonte